Chattellare..

Non so se avete notato la genialità del nome, eh? Unisce le parole ‘chat’ e ‘ciattellare’.
Sono un fottuto genio!
E’ vero o no? Eh?
Eh?!


EH?!

Eh si eh!

Queste botte di fantastica genialità mi vengono quando penso a quanto sono stronzo.
Ora.. forse l’avrete capito leggendo gli articoli del blog che io sia in realtà un bontempone e non potrei mai essere cattivo, malvagio o stronzo.
Però un po’ sotto sotto. Quell’animo da… da… stronzo appunto.
Beh.. un po’ lo sono perché adoro ficcare il naso, dato che è anche leggermente prominente. Si, diciamo leggermente..
Non è che lo faccia per far zizzania sputtanare segreti o cosa. Non mi scrivo i pettegolezzi su un taccuino io! Sono semplicemente vorace di informazioni inutili come una vecchina agguerrita che guarda Beatifull.

“Ma va là! Luigia, hai visto come è scappata via da lui?”
“Si Piera. Ho visto. Lo ha abbandonato, povero figliolo”
“Eeeh, ma dicevo io che non c’era da fidarsi”
“Ella! Ora è ritornata sorridente. Scappa bambino mio che quella ti abbandona di nuovo”
“Nonna. Guarda che quella era la pubblicità del medicinale per la diarrea”
“…”
“…”
“Però era avvincente!”

Beh, insomma, mi piace.
Alle volte mi spingo un po’ in là per scoprire qualcosa di nuovo, magari fra storie tra gli amici o simili.. e spesso finisce che me ne pento.
Per esempio ora non posso più tornare in Russia… e in Mongolia.
E’ proprio strana la Mongolia, vero? C’è un sacco di gente che corre con le braccia a penzoloni, gridando con la lingua paralizzata di fuori.. dopo che gli ho paralizzato la lingua e le braccia.
Ahahahaha che spasso ‘sti mongoli!
Vabbé non divaghiamo.

Quando mi spingo troppo oltre va a finire che chiedo favori agli amici.. per sapere qualcosa di più, no? Come quella volta.. mannaggia, era un piano perfetto!

– Allora.. questo è il piano
– Tu fai finta di voler sapere una ricetti di cucina da lei
– E le fai delle domandine sondanti
– Tipo: “Ah ma che bella giornata che c’è oggi, vero?”
– “Che caldo, che ora sono?”
– “Ma il tuo ragazzo Pierugo se la fa ancora con Carlotta?”
– “Ho proprio voglia di un gelato”
– Cose così, no?
– Circospette
– E vedi che ti dice.. se non dice nulla allora passiamo al piano B
– E investi Carlotta con l’auto
– (prima ovviamente devi prendere la patente.. a meno che non ti piaccia rischiare)
– E le dici “Uuuuuh scusami tanto!”
– Come stai? Hai la gamba rotta? Quanto fa di peso? Perché hai la foto con Pierugo sul   tuo profilo?”
– E vedi anche lì cosa succede
– Se nemmeno qui gatta ci cova
– Allora andiamo al piano C
– E li spii.. tutti e due… contemporaneamente
– Al limite ingaggi tuo fratello che è un volpino
– Vedi che giri fanno
– Se vanno con la mano in mano
– Se comprano la focaccia al salmone o al tamarindo
– E appena si danno un bacetto.. ZAC!
– Gli spari
– Sulla testa
– A entrambi
– E lasci il bigliettino con scritto “Dimitri vi manda i suoi auguroni”
– Fai loro una carezza d’addio e scappi prima che arrivi la polizia
– Non ti devi preoccupare perché non rischi niente
– Io sono qui che ti do tutte le coordinate per fb in tempo reale
– Ok?

Tutto questo per dire che non vi dovete preoccupare di scrivermi commenti sul blog.
E’ umano voler dire la propria. Sentirsi importanti mentre si esprime un giudizio, un’idea o un pensiero.. non so.
Anche se uno volesse aiutarmi con qualche articolo. Raccontare un aneddoto. Qualcosa della sua vita.. ecco.
Eh.. Si!. Di quella volta che siete rimasti chiusi nella lavatrice per esempio.. che poi che minchia c’eri andato a fare nella lavatrice?
O quando hai provato a superare il test per la facoltà di psicologia, ma non ci hai nemmeno realmente provato. Cose del genere.
La tua reazione quando hai scoperto che il tuo partner ti aveva messo le corna. Si ecco.. cosa è successo di preciso? Non l’avrai presa bene.
Scusami eh.. ma poi con chi? E per quale motivo?
No no, dimmi. Dimmi pure. Lo chiedo così, tanto per.. no?

Cos’è questo?
Un taccuino.
Perché?
In realtà questo articolo l’ho scritto solo perché mi sballava di brutto la conversazione di Fb sopracitata in cui, stranamente, facevo il coglione con un amico. Amico che tra l’altro non saluto perché non condivide i miei post di sua spontanea volontà..
C
ome tutti d’altronde.
Sono un po’ ficcanaso, si. Ma non in modo così esagerato, ovvio.

Non sono mai stato in Russia..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...