Ibrahimović come non l’ho mai visto.

Ieri sera stavo ballando (male) al compleanno di mio zio e mi è venuta in mente una cosa.
Però prima di dirtela vorrei sottolineare che il mio ballare male è una scelta voluta. Serve a evitare le invidie dei presenti che poi pensano “Caspiterina! Gimmi balla proprio bene. Comincerò uno sciopero della fame”, mettendo così a rischio la vita di miliardi di persone.

Ma tralasciando ciò che mi ha fatto primeggiare in tanti contest di ballo – tipo Se i molluschi danzassero rigidi 2020 -, ciò che mi è venuto in mente era un pensiero che facevo spesso da adolescente, quando ancora non avevo una mia identità né, tantomeno, un blog in cui sfogare questa mancanza. Sto parlando del reset totale.

Chiedevo ai miei amici e conoscenti: “Se dovessi rinascere e potessi scegliere tutte le tue caratteristiche fisiche, psicologiche e – soprattutto – le ambizioni, come ti comporresti?” Domanda che pongo anche a te, ma immagino che vada spiegata meglio.

Il modo più semplice è ipotizzare di creare un personaggio nuovo, come fosse un videogioco o una scheda di D&D. Se hai vissuto una vita sana e non dietro un monitor che riflette il pus dei tuoi foruncoli come me, allora lascia che provi a delucidarti.
Immaginati feto… ma con la coscienza di ora. Mentre vaghi a dorso nella placenta, decidere il tipo di persona che sarai (ci sarebbe anche la versione estesa con “inserisci, sesso, luogo di nascita, etnia ecc” ma non ci perdiamo). Semplifichiamo ancora e puntiamo solo sull’aspetto “ambizione”. Quindi: se dovessi scegliere – da feto – quale sarà la tua ambizione (del tutto razionale) cosa sceglieresti?

Anche se dubito di leggere una risposta in commento sotto questo articolo tengo fede al patto di scambio che ho firmato con WordPress e ti rivelo il mio: il ballerino (con una carriera da coreografo non appena bussa alle porte il decadimento muscolare).
C’è chi potrebbe obiettare – vecchie conoscenze liceali – dicendo che ballare è una cosa che mi piace fare in questa vita, mentre in quella che immagino dovrebbe essere resettata. Insistevo su questo aspetto di dover fare uno sforzo immaginifico e non rimanere legati alle ambizioni del presente reale.
Però la mia risposta era, ed è, del tutto razionale. Ascolta:

Essere ballerini permette di fare attività fisica mentre si esprime l’arte… e già per questo prende duemila punti per arto. Quindi eccomi lì, con un fisichino tonico e atletico, snodato e asciutto, a far piroettare quel profilo da Ibrahimović con più naso che mi ritrovo. Ci sarebbe inoltre la componente “conosci altra bella gente tonica e asciutta”, che non è mai un male. Puntando ad avere una carriera in qualche corpo di ballo in televisione, aspetto che nella mia testa equivale a “soldi soldi soldi”.
Inoltre, con la testolina che mi ritrovo, punterei a trovare qualcosa di innovativo nella danza e probabilmente ora starei scrivendo un articolo su [inserisci passo di danza, che io non ne conosco].

Niente di eccezionale in fondo. Un altro articolo che potevi risparmiarti.
Però è un esercizio mentale secondo me interessante. Non tanto per ciò che si immagina, ma per abituarsi a pensare a cose mai pensate. Ma qui ci starebbe un altro articolo e io non ho più voglia di scrivere.

Quindi ti saluto. Ci vediamo prossimamente e tante care cose.
Cia’.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...